Commento al vangelo della terza domenica di Pasqua Gv 1, 29-34

Commento al vangelo della terza domenica di Pasqua Gv 1, 29-34

Giovanni il Battista è l’ultimo dei profeti, è la voce che precede la Parola, è il precursore che prepara la gente per accogliere il Signore, è il profeta che annuncia il Messia e lo addita come l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo. Era cugino di Gesù; ricordiamo che la Madonna dopo aver ricevuto l’annuncio dell’Angelo era andata a Ein Karem a prestare i suoi servizi alla cugina Elisabetta che stava per partorire.. Giovanni era nato prima di Gesù, ecco parchè dice: “Dopo di me viene un uomo che mi è passato avanti, perché era prima di me”.  Giovanni, per usare un linguaggio proprio del ciclismo, fa da gregario a Gesù. Il gregario infatti è colui sta in testa fino quasi alla fine della gara e poi si lascia sorpassare dal suo capitano, che pur essendo stato dietro per tutto il tempo della gara alla fine passa davanti e vince, perché è lui il più forte. I gregari di questa meravigliosa corsa che è la storia della salvezza sono stati i profeti e per ultimo Giovanni Battista il quale ha lanciato la volata del Messia. Così Gesù è arrivato al traguardo vincendo la gara e vincendola per sempre. Giovanni è arrivato a conoscere Gesù uomo-Dio perché ha saputo ascoltare la rivelazione che veniva da Dio e pertanto può testimoniare che Gesù è il Figlio di Dio. Noi non avremmo mai conosciuto Dio se Gesù non ce lo avesse rivelato. Giovanni è un uomo umile che è interamente al servizio del suo Signore e che ha un unico interesse: “è necessario che io diminuisca e che Lui cresca”. Mi piace additare Giovanni il Battista come modello per i genitori e gli educatori. Anch’essi si dedicano a far crescere i figli e gli alunni, ogni giorno perdono la loro vita per amore perché altri abbiano vita in pienezza. Oggi anche noi, come Giovanni il Battista, dobbiamo essere umili e coraggiosi testimoni di speranza in questi momenti difficili e dobbiamo indicare Chi veramente può salvarci: l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial