Parrocchia S. Antonio - NewsLetter dal 24 dicembre 2019 al 12 gennaio 2020

visualizza la Versione  online

FacebookTwitterLinkedinPicasa

COMMISSIONE COMUNICAZIONE

Anno 2 - N°36
header

CORSICO, Martedì, 21 Gennaio 2020

Carissimo/A  Visitatore, 

ti scrivo questo ultimo messaggio, come saprai a metà gennaio vi saluterò. 
Invito  tutti ad innalzare a Dio una preghiera, davanti al presepe, insieme alle persone che più amate per poter chiedere l'unità, la pace, la tenerezza tra di voi e con gli altri. Voglio ringraziare tutti, per come in questi anni mi avete accolto come vostro amico con tutti i miei difetti e i miei pregi, aprendo il cuore alla famiglia che è la Chiesa.
Vi voglio bene e dal profondo del mio cuore auguro a ciascuno di voi un buon Natale e un buon anno nuovoA nome dei Padri Cavanis e delle Suore di questa comunità Tanti Auguri.

 

Vi lascio questa bellissima di PREGHIERA di Don Luigi Serenthà

È Natale, Signore. O è già subito Pasqua?
Il legno del presepio è duro, come il legno della croce.
Il freddo ti punge quasi corona di spine.
L’odio dei potenti ti spia e ti teme. Fuga affannosa nella notte.
Sangue innocente di coetanei, presagio del tuo sangue.
Lamento di madri desolate, eco del pianto di tua Madre.
Quanti segni di morte, Signore, in questa tua nascita.
Comincia così il tuo cammino tra noi, la tua ostinata decisione di essere Dio, non di sembrarlo. […]
Amo gli stracci, le piaghe, i pesi di ogni fratello. Piango le infamie di tutto il mondo. Scopro di essere uomo, non di sembrarlo.
Il tuo Natale è il mio natale.
Nella gioia di questo nascere, nello stupore di poterti amare, nel dono immenso di vivere insieme, io accetto, io voglio, io chiedo che anche per me, Signore, sia subito Pasqua.


P. Ciro Sicignano 

---
---

Alla carissima Comunità parrocchiale di Sant’Antonio di Padova a Corsico, bambini, ragazzi, giovani, adulti e anziani, ai Padri, alle Suore, ai tanti volontari che si dedicano a servizio della comunità, ai fedeli che frequentano la chiesa, agli ammalati della parrocchia, a chi soffre ed è lontano perché si sente solo e provato da tante vicissitudini, desidero rivolgere il mio caro saluto e l’augurio di un felice e santo Natale.
Dio viene incontro all’uomo, si fa Emanuele, Dio con noi, si fa come noi per farci come Lui, ci fa comunità e famiglia perché più nessuno abbia a sentirsi solo o rifiutato, ma tutti abbiamo la gioia di chiamarci fratelli.
BUON NATALE!  Vi auguro un Natale di Pace e armonia, gioia e allegria e l’Amore trionfi nei vostri cuori. Tutti possiamo sentirci buoni in questo Natale e la bontà del Signore ci accompagni tutti i giorni del nuovo anno. PROSPERO ANNO NUOVO! Con le benedizioni del Signore. 

Padre Piero Fietta



 

---
---

Padre Basilio Martinelli ed il Natale
Devono insistere i genitori nelle famiglie e anche i maestri nelle scuole, in tempo di religione. I matrimoni, fatti con la leggerezza senza riflettere riescono infelici e rovinano le famiglie. Primo requisito per il matrimonio è la bontà, secondo requisito la bontà, terzo la bontà. La casa senza religione va in rovina. Con la religione fiorisce nei genitori e nei figliuoli. Certe cose devono essere ripetute, spesso anche dai pulpiti

P. Basilio ci insegna ad essere buoni perché se il cuore dell’uomo è buono, allora ogni altra cosa può diventare buona. “E la bontà del cuore può venire solo da Colui che è Egli stesso la Bontà, il Bene” (Benedetto XVI in Gesù di Nazaret).
---
---
picture

LA VOCE DELLA CHIESA 

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE
FRANCESCO
PER LA CELEBRAZIONE DELLA
LIII GIORNATA MONDIALE DELLA PACE
1° GENNAIO 2020
LA PACE COME CAMMINO DI SPERANZA:
DIALOGO, RICONCILIAZIONE E CONVERSIONE ECOLOGICA

1. La pace, cammino di speranza di fronte agli ostacoli e alle prove

La pace è un bene prezioso, oggetto della nostra speranza, al quale aspira tutta l’umanità. Sperare nella pace è un atteggiamento umano che contiene una tensione esistenziale, per cui anche un presente talvolta faticoso «può essere vissuto e accettato se conduce verso una meta e se di questa meta noi possiamo essere sicuri, se questa meta è così grande da giustificare la fatica del cammino».[1] In questo modo, la speranza è la virtù che ci mette in cammino, ci dà le ali per andare avanti, perfino quando gli ostacoli sembrano insormontabili.

read more
---
picture

CHIESA DI MILANO   

Le celebrazioni natalizie

Il calendario delle funzioni presiedute in Duomo dall’Arcivescovo, dalla Messa di Mezzanotte al Pontificale dell’Epifania. La mattina di Natale Messa nella casa circondariale di San Vittore
Martedì 24 dicembre, vigilia di Natale, a partire dalle 23.30, in Cattedrale presiederà la Veglia e la celebrazione della Santa Messa di Mezzanotte: diretta su Chiesa Tv (canale 195 del digitale terrestre), www.chiesadimilano.it, Radio Marconi e Radio Mater.

Mercoledì 25 dicembre, secondo una consuetudine cara agli Arcivescovi di Milano, l’Arcivescovo si recherà in visita alla casa circondariale di San Vittore, dove alle 8.30 presiederà la celebrazione eucaristica natalizia. Più tardi, alle 11, in Duomo, presiederà il Pontificale nella Solennità del Natale del Signore: diretta su Chiesa Tv (canale 195 del digitale terrestre), www.chiesadimilano.it e Radio Mater.

Martedì 31 dicembre l’Arcivescovo si recherà in visita al Pio Albergo Trivulzio (via Trivulzio 15, Milano) dove, alle 16, insieme agli anziani ospiti, intonerà il «Te Deum». Il tradizionale canto di ringraziamento di fine anno risuonerà poi anche nella parrocchia di Santa Maria della Scala in San Fedele (piazza San Fedele, Milano), al termine della celebrazione eucaristica che monsignor Delpini presiederà alle 18.30.

Mercoledì 1 gennaio, in Duomo, alle 17.30 l’Arcivescovo presiederà la celebrazione eucaristica alla presenza dei membri del Consiglio delle Chiese cristiane di Milano (Cccm): diretta su Chiesa Tv (canale 195 del digitale terrestre) e www.chiesadimilano.it; Radio Mater manderà in onda l’omelia in differita alle 20.40. Al termine lo scambio di saluti e auguri in Arcivescovado.

Lunedì 6 gennaio, nella Solennità dell’Epifania del Signore, l’Arcivescovo presiederà alle 11 il Pontificale in Duomo: la celebrazione sarà trasmessa in diretta da Chiesa Tv (canale 195 del digitale terrestre) e www.chiesadimilano.it. Radio Mater manderà in onda l’omelia in differita alle 20.40. Alle 16, sempre in Duomo, l’Arcivescovo presiederà anche i Secondi Vespri dell’Epifania: anche in questo caso il rito sarà trasmesso in diretta da Chiesa Tv (canale 195 del digitale terrestre) e www.chiesadimilano.it

 
read more
---

AVVISI dal 24 dicembre 2019 al 12 gennaio 2020  

 
MARTEDI’ 24.12.2019: VIGILIA DI NATALE
Ore 09.00/12.00  -  16.00/18.00:  CONFESSIONI
Ore 18.00:  S. Messa prefestiva   

Ore 23.30: Veglia di Natale
Ore 24.00: S. Messa di Natale

 
MERCOLEDI’ 25.12.2019:   S. NATALE
Orari SS. Messe:   08.00  -  10.30  -  18.00
 

DA OGGI L’ORATORIO E’ CHIUSO FINO A MARTEDI’ 07 GENNAIO 2020 COMPRESO
LA CATECHESI E’ SOSPESA – RIPRENDERA’ MERCOLEDI’ 08 GENNAIO 2020

GIOVEDI’ 26.12.2019: S. STEFANO
Orari SS. Messe:  08.30  -  18.00
 
MARTEDI’ 31.12.2019: 
Ore 18.00: S. Messa prefestiva con Te Deum di ringraziamento
 

MERCOLEDI’ 01.01.2020:  CAPODANNO – GIORNATA PER LA PACE
Orari SS. Messe:  10.30  -  18.00   -   NON C’E’ LA MESSA DELLE  ORE  08.00 
 

DOMENICA 05.01.2020: Ritiro coppie corso fidanzati
Orari SS. Messe:   08.00  -  10.30  -  18.00

 
LUNEDI’ 06-01-2020:  FESTA DELL’EPIFANIA 
MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE GESU’

Orari SS. Messe:  08.00  -  10.30  -  18.00
Ritiro coppie corso fidanzati
 
MERCOLEDI’ 08-01-2020:  RIAPRE L’ORATORIO   

RIPRENDE LA CATECHESI DEI GRUPPI DI CLASSE 5°

GIOVEDI’ 09-01-2020:  RIPRENDE LA CATECHESI DEI GRUPPI DI CLASSE 4°
 
VENERDI’ 10-01-2020:  Ore 18.00/19.30: Incontro Preado
 
SABATO 11-01-2020:  Ore 15.00/17.30:  Incontro Famiglie e Bambini di 2a Elementare
 

DOMENICA 12-01-2020:  BATTESIMO DI GESU’
Orari SS. Messe:   08.00  -  10.30  -  18.00

Ore 10.30 S. Messa: ringraziamo e salutiamo P. Ciro
A seguire aperitivo

Ore 15.00: Incontro Anziani

Un caro saluto a tutti 

Padre Ciro Sicignano

---
picture

SITO DELLA PARROCCHIA S. ANTONIO DI PADOVA CORSICO 

Accedi all Home page del sito 


 
picture

scarica l'ultimo numerO della Finestra !   

Accedi all'archivio con tutti i numeri del giornalino parrocchiale


 
"
«Il sovranismo è un atteggiamento di isolamento. Sono preoccupato perché si sentono discorsi che assomigliano a quelli di Hitler nel 1934. “Prima noi. Noi… noi…”: sono pensieri che fanno paura. Il sovranismo è chiusura. Un paese deve essere sovrano, ma non chiuso. La sovranità va difesa, ma vanno protetti e promossi anche i rapporti con gli altri paesi, con la Comunità europea. Il sovranismo è un’esagerazione che finisce male sempre: porta alle guerre».

«Stesso discorso. All’inizio faticavo a comprenderlo perché studiando Teologia ho approfondito il popolarismo, cioè la cultura del popolo: ma una cosa è che il popolo si esprima, un’altra è imporre al popolo l’atteggiamento populista. Il popolo è sovrano (ha un modo di pensare, di esprimersi e di sentire, di valutare), invece i populismi ci portano a sovranismi: quel suffisso, “ismi”, non fa mai bene».
(Papa Francesco)
"
unsubscribe
Powered by AcyMailing

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione